Città di Tropea -Tropea24ore.it - politica, cultura ed informazione dalla capitale del Turismo - Pagamento ticket, importanti novità in arrivo
Tropea 24ore.it - Citta di Tropea
 

Pagamento ticket, importanti novità in arrivo

Da il Quotidiano della Calabria del 5 aprile 2001, pag. 19.

  

Apprendo con estrema soddisfazione che i Commissari Straordinari della ASP di Vibo Valentia hanno riesumato il progetto dell’ex Dg Rubens Curia volto a consentire all’utenza di pagare il ticket  sanitario tramite gli uffici postali e le tabaccherie. Un compiacimento ancor più sentito perché recepisce una proposta che nel lontano ottobre 2009, in occasione dell’ennesima accorata protesta per i disagi negli uffici ticket, ebbi a fare al dott. Curia con una nota inoltrata agli organi di stampa. Effettivamente, anche in Calabria, quando il fumo lascia spazio alla materia grigia, si riesce a produrre qualcosa di buono ed di utile per i cittadini.   

 

Trasferimento all’ex dispensario e versamenti presso le sedi Pt e i tabaccai

Il quotidiano della Calabria 5 aprile 2011 
di FRANCESCO PRESTIA

LA spinosa questione dell’ufficio pagamento ticket dell’Asp, da tempo al centro di tante polemiche e proteste per via delle lunghe file e di disservizi di vario tipo e gravità, sta forse per avviarsi a conclusione. Lo si evince da due notizie che abbiamo appreso ai piani alti dell’azienda sanitaria dove, evidentemente, c’è la consapevolezza che, così com’è, la situazione è difficilmente gestibile e giustificabile. La prima notizia riguarda l’aspetto più squisitamente logistico: come già da noi anticipato alcune settimane addietro, non dovrebbe ormai tardare lo spostamento dello sportello dall’attuale garage di via Santa Ruba all’ex dispensario, la struttura che attualmente ospita il consultorio familiare. Una soluzione, questa, che ha un duplice vantaggio: la vicinanza con l’ospedale eviterebbe agli utenti, soprattutto ad anziani e disabili, di girovagare per la città: in altri termini, si paga il ticket o si bolla l’impegnativa e poi, fatti due passi,ci si può sottoporre alla visita o all’esame richiesto. Secondo, ma non secondario,  vantaggio: essendo l’ex dispensario di proprietà dell’Asp, si eviterebbe il costo dell’affitto degli attuali locali, con un risparmio che si aggira attorno ai 20 mila euro l’anno. Allo stato non è dato sapere con esattezza quando si andrà alla nuova sede ma se, come detto, ai piani alti aziendali si è consci della gravità del problema, i tempi dovrebbero essere ormai brevi. Al riguardo però una considerazione va fatta: poiché molte proteste sono originate dalla lunghezza dell’attesa, e poiché ciò è conseguente alla carenza di personale, è evidente che, ci fosse anche la sede più funzionale di questo mondo, il problema resterebbe se il personale addetto dovesse restare quello che è. La seconda novità è di natura, se vogliamo, ancora più importante per gli utenti perché è tale, almeno sulla carta, da evitare in futuro lo sconcio delle lunghe, lunghissime file (l’altro giorno un utente di Mesiano lamentava di aver atteso il suo turno per oltre duere…). In sostanza, l’azienda avrebbe rimesso mano al progetto di convenzione con Poste Italiane Spa per consentire ai cittadini di pagare il ticket direttamente nell’ufficio postale del proprio paese. In tal modo gli utenti non sarebbero costretti a perdite di tempo e a trasferte non sempre agevoli per raggiungere lo sportello aziendale ma potranno assolvere all’eventuale pagamento del ticket comodamente nel proprio paese (anche se in vari centri purtroppo l’ufficio Pt non esiste più). Un progetto, questo, che venne predisposto dall’allora direttore generale Rubens Curia ma poi non venne portato avanti perché il manager reggino venne rimosso all’indomani dell’elezione della nuova amministrazione regionale. Ora, come detto, l’azienda lo ha ripreso e conta di renderlo operativo nel giro di un paio di mesi al massimo. Le novità però non si fermano qui, l’Asp sta infatti pensando di ampliare il ventaglio delle possibilità per i cittadini. L’idea è quella di arrivare ad un accordo per consentire il pagamento del ticket anche presso tutti quei tabaccai, e sono ormai tanti sparsi sul territorio, dotati di terminale per pagamenti di vario tipo.

   
 
 
 
 
 
 
 
 
avv.giovannimacri@tropea24ore.it
 
 
Inviare a avv.giovannimacri@tropea24ore.it un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web.
Copyright © 2007
Tropea24ore.it - Tropea - Vibo Valentia
Ultimo aggiornamento: 06-04-11